Questo Forum fa uso di cookie
Questo forum fa uso di cookie per memorizzare le informazioni di accesso se siete registrati, e la vostra ultima visita se non lo siete. I cookie sono piccoli documenti di testo memorizzati sul vostro computer; i cookie impostati da questo forum possono essere utilizzati solo su questo sito web e non costituiscono un rischio per la sicurezza. I cookie su questo forum tracciano anche gli argomenti specifici che hai letto e quando li hai letti per l'ultima volta. Si prega di confermare se si accettano o rifiutano le impostazioni di questi cookie.

Un cookie verrà memorizzato nel vostro browser indipendentemente dalla scelta per evitare che vi venga posta di nuovo questa domanda. Potrai modificare le impostazioni dei cookie in qualsiasi momento utilizzando il link a piè di pagina.

Valutazione discussione:
  • 0 voto(i) - 0 media
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Maran
#1
Apro questo post generico per discutere del nostro mister.

Io nell'ultimo periodo sono molto critico nei suoi confronti.
Credo che l'ostinazione nel riproporre lo stesso modulo a scapito delle caratteristiche dei giocatori ci stia portando in un vicolo cieco.  L'alibi dell'infortunio di Castro ormai non regge più. Ma anche il discorso sulla tenuta atletica è relativo e figlio della disposizione in campo. Oggi abbiamo un centrocampo che lavora troppo (Barella su tutti) anche per coprire i limiiti dei terzini e che regolarmente arriva in affanno nei finali.
Ma non mi piace nemmeno la gestione di Pavoletti ad esempio, troppo spesso lontano dalla porta, costretto a prendere le palle alte da smistare e a favorire gli inserimenti di una fantomatica seconda punta che non abbiamo. Partite giocate con lui, migliore marcatore di testa in attività, senza nemmeno un cross fatto in 90 minuti. Domenica perlomeno nel primo tempo si è un po' invertita la tendenza ma poi è tornato il buio.
L'impressione è che ormai anche questa stagione sia andata a livello di ambizioni e che si stia pensando di portare a casa la salvezza trascinandosi fino a maggio. Anche questo "non" mercato di riparazione sembra andare nella stessa direzione.

Porteremo a casa la pagnotta però boh, dopo un inizio almeno promettente sono rimasto deluso. Mi aspettavo qualcosa di più.
#2
Se dal mazzo si sceglie l'allenatore del Chievo, purtroppo c'è poco da meravigliarsi del gioco espresso. Non era esattamente calcio champagne quello proposto negli ultimi anni dai veronesi. Dopo Lopez e Rastelli la società voleva completare il trittico.
#3
Dai, dobbiamo arrivare ai fatidici 40 punti poi ci divertiremo :-)
#4
dico solo che stapperòlo spumanete quando se ne andrà

e non volevo un allenatore fuori da cagliari così tanto dai tempi del panettiere ficcadenti
#5
(24-01-2019, 17:21)Maju Ha scritto: dico solo che stapperòlo spumanete quando se ne andrà

e non volevo un allenatore fuori da cagliari così tanto dai tempi del panettiere ficcadenti

Zeman Zola (Festa) Rastrello Lopez e Maran. .....
Capisco sbagliare una volta per inesperienza , capisco sbagliare due volte ma CAZZO sembra abbia deciso di portare a Cagliari tutti i candidati all'Oscar della pippa 

Ps ficcadenti era macellaio : non ricordi la famosa foto?  Big Grin
#6
(24-01-2019, 17:21)Maju Ha scritto: dico solo che stapperòlo spumanete quando se ne andrà

e non volevo un allenatore fuori da cagliari così tanto dai tempi del panettiere ficcadenti

Non capisco tutto questo astio... 2 anni e mezzo di Rastelli, Lopez , passando per Zeman e Zola. . E questo è l'unico che vorresti fuori dalle balle? 

Io al momento sono ancora con questo allenatore... Nonostante non stiamo attraversando un buon momento... Ma sarà che abituato a chi abbiamo avuto negli ultimi 4 anni a me sembra oro colato...
Forza Cagliari Sempre e Comunque - Si Riparte con CRB!!!  www.giginieddu.it - www.mystescrew.it
#7
Secondo me prima di tutto è esteticamente impresentabile. Lui e Maraner sembrano due gemelli, uno senza e l'altro col parrucchino. Poi siamo sinceri, per anni quando ci giocavano contro eravamo tutti concordi nel dire che il Chievo era l'anticalcio, la squadra peggiore del campionato con cui perdevamo regolarmente. Poi quando lo abbiamo preso sembrava fosse venuto il nuovo Scopigno. Mah, e poi ve la prendete pure con un povero anziano bohemien che, tanto per ricordarvelo, all'Empoli di allora allenato da quello che tutti ora ritengono uno dei migliori allenatori italiani, rifilò 4 pere in casa tutte nel primo tempo. Ingrati.
#8
Io non sono per il suo esonero, anche se avrei qualche dubbio nel voler aprire un ciclo.
Però devo dire che non vedo nemmeno molte analogie con il suo chievo, se non la poca propensione a dare fiducia ai giovani preferendo la terza età. Credo che se andassimo a guardare la sua cronologia di ricerca su internet la parola principale sarebbe "granny".
Il chievo era una squadra inguardabile ma molto solida, difendevano bene e picchiavano come fabbri. Il suo catania invece era molto più propositivo.
Da noi per un periodo ha proposto un buon calcio, quando si è raggiunta una buona condizione fisica generale e soprattutto castro era al top ma credo che sia compito primario del mister trovare il giusto equilibrio tra gioco e energie spendibili. Altrimenti possiamo provare a chiedere di ridurre il tempo di gara a 40 minuti...
Io ho l'impressione che questo sistema di gioco non lo reggiamo più, se non per brevi tratti.
#9
Ficcadenti non è un panettiere, ma 'su carnitzeri' ... ecchecazzo... manco le basi del mestiere !!
#10
[Immagine: macelleria-ficcadenti.jpg]
#11
(25-01-2019, 10:06)guerrilla Ha scritto: Io non sono per il suo esonero, anche se avrei qualche dubbio nel voler aprire un ciclo.
Però devo dire che non vedo nemmeno molte analogie con il suo chievo, se non la poca propensione a dare fiducia ai giovani preferendo la terza età. Credo che se andassimo a guardare la sua cronologia di ricerca su internet la parola principale sarebbe "granny".
Il chievo era una squadra inguardabile ma molto solida, difendevano bene e picchiavano come fabbri. Il suo catania invece era molto più propositivo.
Da noi per un periodo ha proposto un buon calcio, quando si è raggiunta una buona condizione fisica generale e soprattutto castro era al top ma credo che sia compito primario del mister trovare il giusto equilibrio tra gioco e energie spendibili. Altrimenti possiamo provare a chiedere di ridurre il tempo di gara a 40 minuti...
Io ho l'impressione che questo sistema di gioco non lo reggiamo più, se non per brevi tratti.

Concordo in tutto.
Abbiamo giocato bene per un mese che è coinciso con il picco della nostra condizione fisica. 
Sembra che i nostri siano già con la lingua di fuori a Gennaio (molto preoccupante) e a livello tattico giochiamo senza mai sbilanciarci, rimanendo cortissimi tra i reparti ma risultando sterili in attacco.
Per altro pur giocando così coperti abbiamo preso un discreto numero di gol, dovuto probabilmente al fatto che il nostro pacchetto di centrali difensivi non è all'altezza: Romagna non ancora maturo, Ceppitelli è Ceppitelli, Klavan desaparecido, Andreolli per carità e Pisacane che in questo grigiore risulta il migliore dei nostri (Pisacane, mica Franco Baresi).
Noto poi che nelle ultime partite soffriamo da cani sulle fasce, l'Empoli nella ripresa dalla parte di Srna faceva quel che voleva, l'Atalanta in coppa Italia sull'altro lato nel secondo tempo ha imperversato trasformando i 45 minuti in un tiro a segno.
Secondo me al di là del valore della rosa stanno venendo a galla anche i limiti del mister.
#12
(25-01-2019, 13:39)mammuth Ha scritto:
(25-01-2019, 10:06)guerrilla Ha scritto: Io non sono per il suo esonero, anche se avrei qualche dubbio nel voler aprire un ciclo.
Però devo dire che non vedo nemmeno molte analogie con il suo chievo, se non la poca propensione a dare fiducia ai giovani preferendo la terza età. Credo che se andassimo a guardare la sua cronologia di ricerca su internet la parola principale sarebbe "granny".
Il chievo era una squadra inguardabile ma molto solida, difendevano bene e picchiavano come fabbri. Il suo catania invece era molto più propositivo.
Da noi per un periodo ha proposto un buon calcio, quando si è raggiunta una buona condizione fisica generale e soprattutto castro era al top ma credo che sia compito primario del mister trovare il giusto equilibrio tra gioco e energie spendibili. Altrimenti possiamo provare a chiedere di ridurre il tempo di gara a 40 minuti...
Io ho l'impressione che questo sistema di gioco non lo reggiamo più, se non per brevi tratti.

Concordo in tutto.
Abbiamo giocato bene per un mese che è coinciso con il picco della nostra condizione fisica. 
Sembra che i nostri siano già con la lingua di fuori a Gennaio (molto preoccupante) e a livello tattico giochiamo senza mai sbilanciarci, rimanendo cortissimi tra i reparti ma risultando sterili in attacco.
Per altro pur giocando così coperti abbiamo preso un discreto numero di gol, dovuto probabilmente al fatto che il nostro pacchetto di centrali difensivi non è all'altezza: Romagna non ancora maturo, Ceppitelli è Ceppitelli, Klavan desaparecido, Andreolli per carità e Pisacane che in questo grigiore risulta il migliore dei nostri (Pisacane, mica Franco Baresi).
Noto poi che nelle ultime partite soffriamo da cani sulle fasce, l'Empoli nella ripresa dalla parte di Srna faceva quel che voleva, l'Atalanta in coppa Italia sull'altro lato nel secondo tempo ha imperversato trasformando i 45 minuti in un tiro a segno.
Secondo me al di là del valore della rosa stanno venendo a galla anche i limiti del mister.

Sono d'accordo anch'io. Ormai gli avversari ci conoscono e ci attaccano regolarmente sulle fasce dove soffriamo parecchio. Soffriamo in particolar modo le squadre che si schierano con il 3-5-2 e che quindi fanno del gioco sulle fasce il tema principale. Da tempo sostengo che potremmo schierarci con un più scontato 4-4-2 con Pajac esterno alto a sinistra e Faragò esterno alto a destra. L'ostinazione è qualche volta un pregio, spesso un limite.
#13
L'anno scorso invece, più o meno con gli stessi giocatori, Lopez si ostinava con il 3-5-2 o 5-3-2 che fosse. Credo che non siamo fortunati con gli allenatori, da quando c'è Giulini però la fortuna bisogna anche cercarsela.
Se non ricordo male, l'estate scorsa, all'annuncio dell'assunzione di Maran nessuno era soddisfatto. Certo, ci siamo detti, sempre molto meglio di Rastelli e Lopez, però avevamo in mente il Chievo di Maran. Poi ci sono stati i primi mesi, in cui praticavamo o un buon gioco e ce la giocavamo con tutti. Adesso siamo tornati al gioco di Lopez, con unico schema il cross per la testa di Pavoletti.
#14
(24-01-2019, 23:50)theon Ha scritto: Non capisco tutto questo astio... 2 anni e mezzo di Rastelli, Lopez , passando per Zeman e Zola. . E questo è l'unico che vorresti fuori dalle balle? 

Io al momento sono ancora con questo allenatore... Nonostante non stiamo attraversando un buon momento... Ma sarà che abituato a chi abbiamo avuto negli ultimi 4 anni a me sembra oro colato...

i vari rastelli e lopez avevano il difetto di non saper dare un gioco alla sqaudra.

maran ha il difetto che la sua idea di gioco la ha,solo che è inutile e deleteria.

un po'  come il boemo a dirla tutta


(25-01-2019, 11:47)Tuco Ha scritto: Ficcadenti non è  un panettiere,  ma 'su carnitzeri' ... ecchecazzo... manco le basi del mestiere !!

vabbè,tutto meno che un allenatore.
#15
(25-01-2019, 19:15)Maju Ha scritto: maran ha il difetto che la sua idea di gioco la ha,solo che è inutile e deleteria.

un po'  come il boemo a dirla tutta.
Maju, adesso mi stai facendo arrabbiare, guarda che faccio iscrivere nuovamente Dejo eh...

A parte che con il boemo ti divertivi molto di più, che con il boemo vedevi bel gioco e tanti schemi in attacco (e ehm anche qualche piccola, trascurabile, amnesia difensiva...) ma, ripeto, ti ricordo che il boemo a Empoli ha vinto 0-4 quando lo allenava Sarri, mica Iachini...
#16
La partita più divertente che io ricordi col boemo è stata Cagliari - Fiorentina, 0-4. Quanto mi sono divertito in quella partita. Immagino che si siano divertiti anche i giocatori della Viola.
#17
(25-01-2019, 19:15)Maju Ha scritto:
(24-01-2019, 23:50)theon Ha scritto: Non capisco tutto questo astio... 2 anni e mezzo di Rastelli, Lopez , passando per Zeman e Zola. . E questo è l'unico che vorresti fuori dalle balle? 

Io al momento sono ancora con questo allenatore... Nonostante non stiamo attraversando un buon momento... Ma sarà che abituato a chi abbiamo avuto negli ultimi 4 anni a me sembra oro colato...

i vari rastelli e lopez avevano il difetto di non saper dare un gioco alla sqaudra.

maran ha il difetto che la sua idea di gioco la ha,solo che è inutile e deleteria.

un po'  come il boemo a dirla tutta


(25-01-2019, 11:47)Tuco Ha scritto: Ficcadenti non è  un panettiere,  ma 'su carnitzeri' ... ecchecazzo... manco le basi del mestiere !!

vabbè,tutto meno che un allenatore.

Mah, insomma... Maju, su Maran non siamo per niente d'accordo... Guarda anche io in questo momento sono sul "chi vive", però mi ricordo benissimo che i 2 anni e mezzo con Rastelli e l'altro mezzo anno con Lopez mi hanno fatto guardare il Cagliari con fatica... 

In questo momento no... Siamo sempre lenti e complicati nella manovra... Il sistema di gioco pian piano si è semplificato troppo, al solito passaggio alto/cross, cosa che prima dell'infortunio di Castro non c'era... 
Con Birsa cambierà qualcosa,spero... Il problema in questo momento è che siamo fragili ai contropiedi altrui, causa non particolarmente forti nelle fasce in fase di copertura... E con i giocatori che oramai fanno sempre il solito gioco : passaggio al terzino (al 70 per cento a destra)  e cross alto per Pavoletti... Mentre ad inizio anno tutto questo non era così marcato... 

Vediamo se riusciremo un minimo a cambiare anche grazie ai nuovi innesti...
Forza Cagliari Sempre e Comunque - Si Riparte con CRB!!!  www.giginieddu.it - www.mystescrew.it
#18
(25-01-2019, 15:40)RedBass Ha scritto:
(25-01-2019, 13:39)mammuth Ha scritto:
(25-01-2019, 10:06)guerrilla Ha scritto: Io non sono per il suo esonero, anche se avrei qualche dubbio nel voler aprire un ciclo.
Però devo dire che non vedo nemmeno molte analogie con il suo chievo, se non la poca propensione a dare fiducia ai giovani preferendo la terza età. Credo che se andassimo a guardare la sua cronologia di ricerca su internet la parola principale sarebbe "granny".
Il chievo era una squadra inguardabile ma molto solida, difendevano bene e picchiavano come fabbri. Il suo catania invece era molto più propositivo.
Da noi per un periodo ha proposto un buon calcio, quando si è raggiunta una buona condizione fisica generale e soprattutto castro era al top ma credo che sia compito primario del mister trovare il giusto equilibrio tra gioco e energie spendibili. Altrimenti possiamo provare a chiedere di ridurre il tempo di gara a 40 minuti...
Io ho l'impressione che questo sistema di gioco non lo reggiamo più, se non per brevi tratti.

Concordo in tutto.
Abbiamo giocato bene per un mese che è coinciso con il picco della nostra condizione fisica. 
Sembra che i nostri siano già con la lingua di fuori a Gennaio (molto preoccupante) e a livello tattico giochiamo senza mai sbilanciarci, rimanendo cortissimi tra i reparti ma risultando sterili in attacco.
Per altro pur giocando così coperti abbiamo preso un discreto numero di gol, dovuto probabilmente al fatto che il nostro pacchetto di centrali difensivi non è all'altezza: Romagna non ancora maturo, Ceppitelli è Ceppitelli, Klavan desaparecido, Andreolli per carità e Pisacane che in questo grigiore risulta il migliore dei nostri (Pisacane, mica Franco Baresi).
Noto poi che nelle ultime partite soffriamo da cani sulle fasce, l'Empoli nella ripresa dalla parte di Srna faceva quel che voleva, l'Atalanta in coppa Italia sull'altro lato nel secondo tempo ha imperversato trasformando i 45 minuti in un tiro a segno.
Secondo me al di là del valore della rosa stanno venendo a galla anche i limiti del mister.

Sono d'accordo anch'io. Ormai gli avversari ci conoscono e ci attaccano regolarmente sulle fasce dove soffriamo parecchio. Soffriamo in particolar modo le squadre che si schierano con il 3-5-2 e che quindi fanno del gioco sulle fasce il tema principale. Da tempo sostengo che potremmo schierarci con un più scontato 4-4-2 con Pajac esterno alto a sinistra e Faragò esterno alto a destra. L'ostinazione è qualche volta un pregio, spesso un limite.

La probabile cessione di Pajac mi ha venire in mente il punto sull'ostinazione ad adattare i giocatori a moduli prestabiliti e non scegliere il modulo, o i moduli, a seconda delle caratteristiche dei giocatori. Detto che anche a me sembra assurdo utilizzare in maniera così inefficiente il materiale umano a disposizione, il limite qua non è solo dell'allenatore, ma anche di presidente e DS. Non mi pare che con Lopez le cose andassero meglio. Forse Rastelli ogni tanto variava il modulo, ma non lo prenderei come esempio di efficienza. 
Ma solo io ricordo l'intervista di Carli, prima che venisse assunto Maran, in cui dichiarava che dovevamo tornare al 4-3-1-2, perché era il modulo più adatto al Cagliari. Se tanto mi da tanto, io non farei quindi una colpa solo all'allenatore dell'ostinazione nell'adoperare lo stesso modulo, a discapito dei giocatori. Boh, contenti loro... Contenti di avere giocatori utilizzati male o che si svalutano, contenti tutti. Un altro che potrebbe rendere molto di più, secondo me, è Faragò. Ed invece viene usato come terzino destro di riserva o usato negli ultimi quindici minuti di partita a centrocampo.
#19
Mettiamola così, se tornasse Lopez al posto di Maran si farebbe un significativo passo in avanti...
#20
(26-01-2019, 17:58)Duke Ha scritto: Mettiamola così, se tornasse Lopez al posto di Maran si farebbe un significativo passo in avanti...

Ciao, Duke!!! Bentornato!!!! Peccato ci si ritrova in un brutto momento...  51
Forza Cagliari Sempre e Comunque - Si Riparte con CRB!!!  www.giginieddu.it - www.mystescrew.it
  


[-]
Tags
maran




Utenti che stanno guardando questa discussione:
1 Ospite(i)

Maran00