Questo Forum fa uso di cookie
Questo forum fa uso di cookie per memorizzare le informazioni di accesso se siete registrati, e la vostra ultima visita se non lo siete. I cookie sono piccoli documenti di testo memorizzati sul vostro computer; i cookie impostati da questo forum possono essere utilizzati solo su questo sito web e non costituiscono un rischio per la sicurezza. I cookie su questo forum tracciano anche gli argomenti specifici che hai letto e quando li hai letti per l'ultima volta. Si prega di confermare se si accettano o rifiutano le impostazioni di questi cookie.

Un cookie verrà memorizzato nel vostro browser indipendentemente dalla scelta per evitare che vi venga posta di nuovo questa domanda. Potrai modificare le impostazioni dei cookie in qualsiasi momento utilizzando il link a piè di pagina.

Valutazione discussione:
  • 0 voto(i) - 0 media
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Ciclsmo 2019
#41
Una cosa però non mi piace dei moderni giri e tour: il progressivo diminuire dei km a cronometro, il duello tra cronoman (Indurain ad esempio) e scalatore (Pantani ad esempio) è l'essenza dei grandi giri, bello anche il duello di qualche anno fa tra Dumoulin ed il colombiano.... il giro ed il tour insieme quest'anno arrivavano a 100 km a cronometro ?
La corsa contro il tempo è parte dell'essenza del ciclismo, e chi apprezza il saper andare in bicicletta, lo sa.
#42
Tuco sono diminuiti i km. Non ci sarà più una tappa a cronometro di 70 km, come non ci sarà più una tappa con Tonale, Gavia, Mortirolo e Valico di Santa Cristina.
#43
Considerazione giusta, però noto che negli ultimi anni i km che si sono preferiti accorciare sono prevalentemente quelli a cronometro, le montagne non mancano mai, per me, almeno 80 km di crono individuale, in una grande corsa a tappe ci devono essere.
#44
Dipende anche dei protagonisti. Indurain aveva un intero paese alle spalle, soprattutto le banche. Quando ha vinto il primo Tour il percorso era facile facile perchè era finita l'epoca di Fignon e Lemond e gli organizzatori volevano vedere chi usciva fuori. Una volta che ha iniziato a vincere i percorsi presentavano tanti km a cronometro, perchè il giro d'affari che c'era dietro di lui influenzava gli organizzatori. Dumoulin se fosse italiano e non olandese avrebbe dalla sua parte sponsor che spingerebbero per avere percorsi a lui favorevoli. Mischino, non ha neppure una squadra decente.
#45
Addio Felice... Ti ricordavamo pochi giorni fa proprio qui. Un altro pezzo di gioventù della mia generazione che se ne va.
Riposa in pace Felice Gimondi, tutti piangiamo oggi , compreso il tuo amico nemico cannibale, Eddie, che ha detto semplicemente: " Oggi ho perso io... ".

https://www.gazzetta.it/Ciclismo/16-08-2...8280.shtml

https://www.gazzetta.it/Ciclismo/16-08-2...8280.shtml
#46
Uno dei ciclisti Italiani più forti di tutti i tempi... Tenendo conto di quello che ha vinto contro chi ha vinto..  RIP
Forza Cagliari Sempre e Comunque - Si Riparte con CRB!!!  www.giginieddu.it - www.mystescrew.it
#47
Ricordo ancora la sua  indimenticabile vittoria alla Milano Sanremo  nel 74 , uno dei pochi campioni ad aver vinto con tale vantaggio .
Era non solo un GRANDE campione ma soprattutto un grande signore e sportivo rispettato da tutti. 
Riposa in pace Felice
#48
Il giorno dopo la sua scomparsa la Gazzetta gli ha dedicato diverse pagine. La foto principale era quella della sua vittoria allo sprint a Bergamo su Merckx e Moser al Giro d'Italia 1976, da lui poi vinto. Ho guardato attentamente quella foto come facevo da ragazzino quando non eravamo ancora invasi di foto da social e potevamo soffermarci sulle foto con più attenzione visto che non erano poi così molte quelle pubblicate. Ho notato una cosa che non mi aspettavo di vedere. Merckx, poco più indietro rispetto a Felice, guarda con un sorriso sarcastico il rivale di tante battaglie quasi sempre da lui vinte, ma a parte questo ha entrambe le mani sui freni, posizione innaturale visto che si trattava di un arrivo in volata e lui non l'aveva ancora superato. Ho pensato, vuoi vedere che l'asso belga che in carriera aveva privato Gimondi di tante importanti vittorie, questa volta non ha voluto interferire considerato che si trattava di un arrivo in casa sua? Mi piace pensare che il cannibale per una volta sia stato umano proprio nei confronti del suo più acerrimo ma anche il suo più leale avversario.
#49
Quella di Mercxs e Gimondi è stata una grande epopea, Mercxs è il GOAT del ciclismo, senza dubbio, 500 corse vinte su 1500 disputate, una ogni tre..  numeri irreali, beh Felice ne ha vinte 118 in carriera , in moltissime di queste correva anche il cannibale... Questo ed il suo superbo albo d'oro oro ne fanno un grande tra i grandi. Riposa in pace campione, l'uomo passa hainoi, il mito resta.
  


[-]
Tags
ciclsmo 2019




Utenti che stanno guardando questa discussione:
1 Ospite(i)

Ciclsmo 201900