Questo Forum fa uso di cookie
Questo forum fa uso di cookie per memorizzare le informazioni di accesso se siete registrati, e la vostra ultima visita se non lo siete. I cookie sono piccoli documenti di testo memorizzati sul vostro computer; i cookie impostati da questo forum possono essere utilizzati solo su questo sito web e non costituiscono un rischio per la sicurezza. I cookie su questo forum tracciano anche gli argomenti specifici che hai letto e quando li hai letti per l'ultima volta. Si prega di confermare se si accettano o rifiutano le impostazioni di questi cookie.

Un cookie verrà memorizzato nel vostro browser indipendentemente dalla scelta per evitare che vi venga posta di nuovo questa domanda. Potrai modificare le impostazioni dei cookie in qualsiasi momento utilizzando il link a piè di pagina.

  •  Precedente
  • 1
  • ...
  • 32
  • 33
  • 34
  • 35
  • 36(current)
Valutazione discussione:
  • 4 voto(i) - 4.75 media
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Calciomercato Cagliari
(02-02-2019, 13:34)mattana Ha scritto: Secondo me nel discorso di Mammuth ci sono tante considerazioni inattaccabili, soprattutto quando il confronto lo fai con società come l'Atalanta che ormai sembra non sbagliare un colpo, acquista grandi prospetti a poco e poi ha la struttura e, in prima squadra, uno staff tecnico, in grado sempre di valorizzarli, ma in serie A quante società così esistono? Poche e non al livello di redditività sportiva della  Dea.
Altrettanto inattaccabile è la considerazione fatta risultati alla mano...da anni galleggiamo, al di là del ci piacerebbe...restiamo sempre ancorati alla lotta salvezza, alla parte destra della classifica e tutto questo per un tifoso è logorante perché già all'inizio lo si sa che ad ogni partita che ipoteticamente ci potrà far fare il salto di qualità, svoltare verso altri obbiettivi faremo immancabilmente il passo falso...
Però e qui non mi trovo concorde con Mammuth, noi non siamo il Chievo, ma onestamente noi non siamo più in generale a livello di investimenti una società che pensa solo a campare, perché se così fosse allora lo stiamo facendo con un esborso economico fuori misura rispetto a tutte le altre piccole, per come la vedo io la volontà e il livello di impegno denotano delle ambizioni che non sono solo quelle di restare in A.
All'inizio dell'anno mi pare di aver visto una classifica sul valore della rosa, ricordo perfettamente che tra noi e la Juventus si stava in un rapporto tra 1 e 10, loro tipo 600 milioni, noi circa 60... provate a vedere quanto vale oggi il Cagliari, fate un salto su transfermark, è cresciuto e di tanto, ma nonostante tutto la distanza tra noi e, giusto per fare qualche nome, Genoa, Torino, Sassuolo, Atalanta è ancora tanta loro valgono due volte noi...
Poi noi abbiamo il problema che spendiamo tanto ma male il caso Cerri è emblematico, pecchiamo di scarsa preparazione e di mancanza di uno staff di osservatori produttivo, il discorso dell'Olbia fatto da Mammuth è poi anche esso verissimo, abbiamo una squadra satellite che alla prima squadra ha dato poco e niente, qualcosa non funziona anche lì.
Ma non dite che siamo il Chievo, qui la volontà è ben altra, non è supportata da pari capacità. Un'ultima cosa su Giulini, ha fatto e continua a fare degli errori, però sta spendendo e non poco... Ricordatevi cosa era la squadra quando l'ha acquistata... Deve però in tempi relativamente brevi riuscire ad azzeccare le cose soprattutto nella scelta dei collaboratori, perché solo in quel caso la spesa avrà un rientro, viceversa si rischia che anche lui perda interesse e molli, e acquirenti che vogliano innanzitutto investire io non credo ce ne siano molti, credo viceversa ce ne siano molti di più della stessa razza del suo predecessore...

Tutto vero, ma noi investiamo a cazzo di cane mentre le altre squadre no (non esiste solo l'Atalanta e poi te lo dimostro) e per quel motivo poi ci ritroviamo perennemente con l'acqua alla gola costretti a fare il Chievo di turno.
Noi investiamo tanto: vero, ma come? l'acquisto più costoso della nostra storia lo abbiamo fatto per Pavoletti 29 enne. 7 milioni li abbiamo puntati su Castro 29 enne. E poi una marea di soldi buttati a mare per carneadi senza speranze, tipo Ceter (solo noi potevamo buttare 3 milioni in quella maniera) o la marea di presunti giovani fenomeni che l'inter ci ha appioppato a 2 milioni al chilo, o Cerri che abbiamo preso a 10 nonostante lo avessimo già avuto un anno intero (e avrebbero dovuto rendersi conto in 12 mesi che Cerri NON vale nemmeno la metà di quella cifra).
Quante società ci sono come l'Atalanta? La Sampdoria ad esempio, che ha meno soldi di noi da spendere (Ferrero ha le pezze al culo) ma che negli ultimi due anni ha venduto calciatori per 130 (CENTOTRENTA) milioni di euro: Schick, Torreira, Skriniar, Fernandes, Zapata ecc. ecc. tutta gente rivenduta con sontuose plusvalenze. E infatti la Samp può permettersi, grazie al lavoro di scouting, di fare investimenti di un certo peso, come comprare i Defrel, i Praet, i Murru, e avere una rosa nettamente più forte della nostra.
E il Torino? Il Torino gli sa spendere meglio di noi i soldi? Beh, l'anno scorso il Torino ha speso 24 milioni ma ne ha incassato 77. Maksimovic, Bruno Peres, Zappacosta..3 calciatori costai 10 milioni e rivenduti a 60
Vogliamo parlare del Genoa? Tralasciando il fatto che Preziosi si vende poi anche sua mamma a Gennaio, ma quanti soldi incassa il Genoa? Vogliamo vedere chi ha acquistato e a quanto ha rivenduto? Nelle ultime 5 stagione ha incassato più di 120 milioni IN PIU rispetto a quanto ha speso..
Il Sassuolo pesca i Sensi e i Magnani, noi Faragò e Lykogiannis. L'Udinese idem, con i soldi fatti con tutti i campioni comprati e rivenduti si sono fatti lo stadio di proprietà.
Noi l'ultima cessione pesante che abbiam fatto è stata il Ninjia, e prima di lui Matri. 2 buone cessioni in quanti anni? 
E' chiaro poi che le altre squadre possono reinvestire mentre noi galleggiamo con i Thereau in prestito, o i Giovani da crescere per le altre squadre giusto per tappare i buchi in rosa. E' ovvio, spendiamo soldi senza averne ritorno, facciamo mercato con i soldi che ci danno le tv e basta.
Con il risultato che la rosa del Torino, della Samp, dell'Atalanta, noi ce la sogniamo. 
E cosi arriviamo sempre dietro di loro in classifica. E le tv ci danno sempre meno. E i giocatori preferiscono andare lì. E i mister decenti a parità d'offerta dove vuoi che vadano ad allenare?
Teniamoci Maran e Thereau, è la nostra dimensione.
Risante parole. Comunque è vero, non siamo il Chievo, ancora no, ma ci stiamo impegnando molto per diventarlo.
Società da azzeccagarbugli.
Io sono sostanzialmente d'accordo con Mammuth. Il mio primo commento è che basterebbe davvero poco per migliorare tanto la situazione del Cagliari. Innanzitutto mi sembra che Giulini non abbia paura di spendere soldi, e questo sarebbe un buon punto di partenza. Il problema semmai è che, come abbiamo detto in tanti, non li sa spendere bene. La ragione per me è che le scelte di mercato non le fanno persone sufficientemente competenti. Per questa ragione dico che è il presidente che ci mette troppo naso e bocca sulle scelte di mercato. Certo, i soldi sono suoi, ma è evidente che non stanno rendendo come dovrebbero.
Secondo me Giulini è rimasto scottato dall'esperienza Zeman con annessa retrocessione, e quindi sta cercando, a suo modo di vedere, di rischiare il meno possibile. Però non è che assumere Maran ci fa automaticamente salvare.
La cosa che non capisco proprio sono le strategie di mercato. Qual è la strategia di mercato del Cagliari. Voi l'avete capita? Voglio dire, quello sarebbe fondamentale per capire dove stiamo andando a parare. Non per mettere il dito nuovamente nella piaga, ma l'ultimo calciomercato che ho capito è stato quello gestito da Capozucca. Quando siamo retrocessi abbiamo venduto chi non aveva voglia di fare la serie B ed abbiamo preso un allenatore che conosceva la serie B ed i migliori giocatori della serie B. Il risultato è stato la promozione diretta. Certo, con qualche intoppo, ma sostanzialmente una promozione netta e mai davvero in forse. Poi in serie A e si sono venduti i giocatori che non ce l'avrebbero fatta in serie A e si sono presi giocatori d'esperienza, anche nomi dal passato glorioso, ma ancora validi (per intenderci il bistrattato Bruno Alves comanda una delle difese migliori del campionato ed è stato cercato dalla Juve per rimpiazzare Chiellini infortunato). Il risultato è stato una salvezza tranquilla e mai in discussione, nonostante l'allenatore non fosse probabilmente all'altezza della serie A. Poi cos'è successo? Certo, se n'è andato Capozucca. Si, ma poi, qual è stata la nostra strategia? Logicamente avrei pensato che mirassimo ancora alla salvezza, ma cercando di migliorare la posizione in classifica. Insomma, cercare il consolidamento, cambiando poco e facendo alcuni acquisti mirati, e magari prendendo anche un allenatore più esperto per la serie A. Invece abbiamo venduto i giocatori più esperti (B. Alves, Isla, Borriello, oltre a Capozucca) ed abbiamo pensato bene d'iniziare il campionato con evidenti carenze in difesa e sulle fasce, per non parlare dell'attacco. L'allenatore è rimasto lo stesso, salvo poi sostituirlo dopo sole otto giornate, con un altro che non aveva più esperienza e non aveva lasciato il segno nelle precedenti esperienze a Cagliari. Negli ultimi due anni al calciomercato abbiamo fatto tutto ed il contrario di tutto. Mandiamo i giovani migliori in prestito, ma poi li riprendiamo dopo pochi mesi, evitando che facciano quella esperienza che gli servirebbe (Han e Deiola), oppure non gli diamo quell'opportunità che dovremmo dargli (Colombatto e Pajac) oppure li cediamo dove non serve che facciano esperienza (a che ci è servito in questi tre anni mandare i vari Biancu, Pinna, Cotali e Ceter all'Olbia?). Poi spendiamo milioni per giocatori che non valgono quelle cifre. Se i dieci milioni per Pavoletti ci hanno alla fine parato il culo, ma sono tanti per un giocatore di 29 anni, non parliamo dei dieci per Cerri (un giocatore che avevamo già avuto due anni prima), dei tre e mezzo per Ceter e Miangue (ciascuno) e dei dieci complessivi per Castro, Birsa e Cacciatore (età media 31 anni, il Chievo ringrazia). D'altra parte non vendiamo giocatori, a meno che non se ne vogliano davvero andare, ma non facciamo nemmeno plusvalenze, che finanzierebbero i successivi calciomercati. Nella nostra dimensione dovremmo cercare come il pane il profilo di un allenatore che sia in grado di valorizzare i giocatori, soprattutto giovani, a disposizione. Invece nessuno tra Rastelli, Lopez e Maran ha mostrato di avere questa caratteristica. Addirittura nell'ultimo anno abbiamo elevato considerevolmente l'età media della squadra, giusto per rendere ancora più difficili vendite successive e plusvalenze.
La mia speranza è che a livello societario ce l'abbiano una strategia, e che abbia senso. Ma da qui non si vede per nulla.
Buon pomeriggio a tutti da Ferrara.
Mi trovo qui per lavoro e ho pranzato al Buriani, un ristorantino a Pieve di Cento.
Il titolare è' un uomo simpatico di circa 70 anni, che da circa 40, segue la Spal in lungo e largo, per lo stivale.
Adora la Sardegna e nel cuore, quando parla di passato a tinte azzurre, pensa solamente a lui...ROMBO DI TUONO.
Tra una pennetta ed una fetta di brasato, parlavamo di campionato.
Comunque...chiacchierata simpatica e leggera.
A mio avviso, dobbiamo pensare per ora, ad avere lo stadio di proprietà, a disposizione il prima possibile.
Credo che dobbiamo riconoscere al presidente (al netto degli errori di gestione interna) la voglia di fare uno step importante.
Lo,stadio di proprietà e' una situazione di grande prestigio non solo in termini di introiti, ma anche di immagine.
La Sardegna, per natura, non ha bisogno di essere pubblicizzata: la nostra terra e' MERAVIGLIA per gli occhi, ESTASI per l'anima.
Vedendo il progetto del nuovo Sant'Elia, salta subito agli occhi, la questa sorta di mescolanza visiva: dove terra e struttura sportiva, diventano una cosa sola.
vi potrei apparire fuori argomento, ma posso solamente immaginare che, per i prossimi due,tre campionati, dando per buona la permanenza nella massima serie, il nostro calciomercato, sarà fatto in questo modo.
Non mi aspetto i Kross, i Modric, i Pulisic o gli Hazard.
Devo prima dare modo al mio investimento, di lavorare nel modo giusto, di splendere insieme alla mia terra.
Diamo il giusto tempo, e sono convinto che, il presidente saprà dimostrare quello per cui si è seduto nella poltrona rossoblu.
Per ora, godiamoci l nostro Cagliari, senza dimenticarci mai che, c'è in Italia, a livello calcistico, chi sta veramente MOLTO peggio di noi.
Un caro saluto a tutti.
Cara scudetto 70 la penso esattamente come te infatti anche io mi auguro di conservare la serie a e poi fatto lo stadio possiamo giudicare Giulini.
Però le premesse di gestione sportiva non sono entusiasmanti ma mi auguro che col tempo impari dai suoi sbagli e devo dire che ultimamente ne ha fatto tanti.
Mentre per la gestione societaria e avanti anni Luce rispetto a Cellino speriamo che da ora in poi lasci la gestione sportiva a chi è pagato per farlo.
FORZA CAGLIARI
Cellino “If I was running a Fiat 500 in Italy, now I have the chance to run a Ferrari."
Giulini imita Moratti. Anzi, è il suo clone.
Peggio... è il suo clone co' le petecchie in saccoccia.
Peluso: “Col Cagliari era quasi fatta”
Ma il club e De Zerbi mi hanno bloccato

https://www.centotrentuno.com/news/pelus...kcV_0FW8hY

Le voci del suo passaggio erano giuste, quindi...
Forza Cagliari Sempre e Comunque - Si Riparte con CRB!!!  www.giginieddu.it - www.mystescrew.it
(08-02-2019, 12:13)theon Ha scritto: Peluso: “Col Cagliari era quasi fatta”
Ma il club e De Zerbi mi hanno bloccato

https://www.centotrentuno.com/news/pelus...kcV_0FW8hY

Le voci del suo passaggio erano giuste, quindi...

peccato, svecchiava ancora un pò la rosa..
spero che giulini non si sia fatto la bocca coi 50 mln per barella perchè sta facendo di tutto per farlo svalutare.

oramai anche in termini di momentum con l'opinione pubblica la stima nei cofnronti di barella è in retromarcia..fra milanisti che rispondono con paquetà e alcuni interisti che dicono che l'han sempre detto che non è nulla di che...e vi dirò pure che a guardare le ultime prestazioni c'han pure ragione.

il gioco di maran è un gioco che di partenza svilisce brella,ma anche il ragazzo ormai pare con la testa altrove,nonostante continuia dire che non ci pensa.

avoler pensare male verrebbe da pensare che il procuratore, a braccetto con l'inter o chi altro, gli abbia detto di non correre troppo in questa seconda parte così che il prezzo scende...ma voglio contare sulla buona fede del ragazzino e immagino che a 22 anni appena compiuti è normale che troppi elogi ti vadano al cervello.
(11-02-2019, 11:34)Maju Ha scritto: spero che giulini non si sia fatto la bocca coi 50 mln per barella perchè sta facendo di tutto per farlo svalutare.

oramai anche in termini di momentum con l'opinione pubblica la stima nei cofnronti di barella è in retromarcia..fra milanisti che rispondono con paquetà e alcuni interisti che dicono che l'han sempre detto che non è nulla di che...e vi dirò pure che a guardare le ultime prestazioni c'han pure ragione.

il gioco di maran è un gioco che di partenza svilisce brella,ma anche il ragazzo ormai pare con la testa altrove,nonostante continuia dire che non ci pensa.

avoler pensare male verrebbe da pensare che il procuratore, a braccetto con l'inter o chi altro, gli abbia detto di non correre troppo in questa seconda parte così che il prezzo scende...ma voglio contare sulla buona fede del ragazzino e immagino che a 22 anni appena compiuti è normale che troppi elogi ti vadano al cervello.

A pensar male il procuratore gli ha detto di gestirsi per non prendere infortuni... Il procuratore ha tutto l'interesse a venderlo a peso d'oro....
Forza Cagliari Sempre e Comunque - Si Riparte con CRB!!!  www.giginieddu.it - www.mystescrew.it
(11-02-2019, 11:47)theon Ha scritto:
(11-02-2019, 11:34)Maju Ha scritto: spero che giulini non si sia fatto la bocca coi 50 mln per barella perchè sta facendo di tutto per farlo svalutare.

oramai anche in termini di momentum con l'opinione pubblica la stima nei cofnronti di barella è in retromarcia..fra milanisti che rispondono con paquetà e alcuni interisti che dicono che l'han sempre detto che non è nulla di che...e vi dirò pure che a guardare le ultime prestazioni c'han pure ragione.

il gioco di maran è un gioco che di partenza svilisce brella,ma anche il ragazzo ormai pare con la testa altrove,nonostante continuia dire che non ci pensa.

avoler pensare male verrebbe da pensare che il procuratore, a braccetto con l'inter o chi altro, gli abbia detto di non correre troppo in questa seconda parte così che il prezzo scende...ma voglio contare sulla buona fede del ragazzino e immagino che a 22 anni appena compiuti è normale che troppi elogi ti vadano al cervello.

A pensar male il procuratore gli ha detto di gestirsi per non prendere infortuni... Il procuratore ha tutto l'interesse a venderlo a peso d'oro....

il procuratore principalmente ha profitto dallo stipendio del calciatore più che da quanto è stato venduto..a volte capita che prenda una percentuale su quello pure, ma al procuratore di barella andrebbe molto meglio fosse venduto a 10 mln con 5 mln di stipendio a barella che a 50 mln con 1,5 di stipendio al ragazzo.
  
  •  Precedente
  • 1
  • ...
  • 32
  • 33
  • 34
  • 35
  • 36(current)


[-]
Tags
cagliari calciomercato




Utenti che stanno guardando questa discussione:
1 Ospite(i)

Calciomercato Cagliari4.754