Questo Forum fa uso di cookie
Questo forum fa uso di cookie per memorizzare le informazioni di accesso se siete registrati, e la vostra ultima visita se non lo siete. I cookie sono piccoli documenti di testo memorizzati sul vostro computer; i cookie impostati da questo forum possono essere utilizzati solo su questo sito web e non costituiscono un rischio per la sicurezza. I cookie su questo forum tracciano anche gli argomenti specifici che hai letto e quando li hai letti per l'ultima volta. Si prega di confermare se si accettano o rifiutano le impostazioni di questi cookie.

Un cookie verrà memorizzato nel vostro browser indipendentemente dalla scelta per evitare che vi venga posta di nuovo questa domanda. Potrai modificare le impostazioni dei cookie in qualsiasi momento utilizzando il link a piè di pagina.

Valutazione discussione:
  • 0 voto(i) - 0 media
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
CAGLIARI - MILAN: L'ATTESA E IL MATCH
#21
Volare è più bello che trascinarsi nel fango, ma se cadi ti fai molto più male. Io ho sempre avuto l'abitudine di seguire i programmi calcistici se il Cagliari vinceva ed evitarli se perdeva. Quest'anno, dopo le prime strabilianti 15 partite, vedevo tutto, ascoltavo in macchina Radio Sportiva e addirittura di tanto in tanto leggevo la Gazzetta. Dalla Lazio in poi blackout totale,  non leggo nè ascolto più niente. Quando i soliti commentatori, alla domanda se noi avessimo realmente la possibilità di competere per la Champions, rispondevano che prima o poi saremmo calati (tipo il simpatico Cassano) ero quasi contento, pensavo che se ci avessero sottovalutato sarebbe stato meglio. Ora il pensiero che tutta Italia puó finalmente godere del nostro crollo è forse la parte più umiliante. È veramente impressionante vedere la stessa squadra, con gli stessi protagonisti, passare dall'essere un gruppo di sfrontati guasconi che mettevano sotto mezza Italia, che passavano sopra Spal, Bologna e Fiorentina come una schiacciasassi, che imbrigliavano in una trappola perfetta la super Atalanta, ad un'accozzaglia in crisi di autostima, in cui la paura fa scegliere solo i passaggi all'indietro e i lanci lunghi, dove nessuno ha un guizzo, i calci piazzati vengono regalati agli avversari e gli unici tiri verso la porta sono improbabili e isteriche conclusioni sconclusionate dalla distanza senza nè capo nè coda. E brucia ancora di più, se ce ne fosse bisogno, sapere di essere, nonostante tutto, matematicamente sesti. Tutta la retorica del Centenario, con tanto di nuova maglia, evapora di fronte all'ennesima prestazione evanescente, dove probabilmente il peggior Milan degli ultimi 30 anni è sembrato una squadra, più squadra di noi. Che vergogna.
#22
Condivido quasi tutto.... tranne la vergogna, quella l'ho provata ai tempi di Cellino, quando le partite si regalavano, ora è più una difficoltà oggettiva e quasi fisiologica, dopo un momento magico dove tutto andava fin troppo bene. Sono convinto che ci toglieremo nuove soddisfazioni molto presto. Anche l'Atalanta vista stasera ha preso diverse batoste sia in campionato che in coppa....ma si è sempre rialzata.
#23
Hai ragione. Ma la vergogna è perchè mi ero illuso che avessimo raggiunto un livello comunque decente, invece, dopo aver fatto paura a mezza Italia, ci ritroviamo a prendere minimo due gol a partita e non segnare più come il peggior Cagliari degli anni scorsi. È come se una persona stimatissima e sempre elegante un giorno, invitata ad un matrimonio, si presentasse ubriaca e venisse cacciata perchè molesta le ragazze, cioè vergogna rispetto alla credibilitá e alle aspettative che avevamo costruito. Prima del Milan ho guardato la classifica e mi son detto che con questo Milan, giocando normalmente, si poteva vincere e dimenticare la crisi. Invece siamo qui, ancora sesti, a dover trovare l'Inter due volte a Milano in pochi giorni, e pure il Brescia che, contro la squadra vista ieri, col pressing, ci puó distruggere. Spero a questo punto in un'inversione di rotta, magari supportata da qualche acquisto nei tre ruoli chiave, centrale, terzino destro e attaccante.
#24
Ecco il commento a caldo di Vittorio Sanna. Mi trova d'accordo...

Forza Cagliari Sempre e Comunque - Si Riparte con CRB!!!  www.giginieddu.it - www.mystescrew.it
#25
Ed ecco le parole del post partita

Forza Cagliari Sempre e Comunque - Si Riparte con CRB!!!  www.giginieddu.it - www.mystescrew.it
#26
(12-01-2020, 08:44)italuc Ha scritto: Hai ragione. Ma la vergogna è perchè mi ero illuso che avessimo raggiunto un livello comunque decente, invece, dopo aver fatto paura a mezza Italia, ci ritroviamo a prendere minimo due gol a partita e non segnare più come il peggior Cagliari degli anni scorsi. È come se una persona stimatissima e sempre elegante un giorno, invitata ad un matrimonio, si presentasse ubriaca e venisse cacciata perchè molesta le ragazze, cioè vergogna rispetto alla credibilitá e alle aspettative che avevamo costruito. Prima del Milan ho guardato la classifica e mi son detto che con questo Milan, giocando normalmente, si poteva vincere e dimenticare la crisi. Invece siamo qui, ancora sesti, a dover trovare l'Inter due volte a Milano in pochi giorni, e pure il Brescia che, contro la squadra vista ieri, col pressing, ci puó distruggere. Spero a questo punto in un'inversione di rotta, magari supportata da qualche acquisto nei tre ruoli chiave, centrale, terzino destro e attaccante.

Capisco benissimo le tue sensazioni, e sono più che legittime, da tifoso vero direi... mantenere un certo distacco con posizioni ma soprattutto prestazioni come quelle viste fino a contro la Lazio, è difficile. La rabbia l'ho avuta con l'Udinese, con le altre è stata semplice rassegnazione. Se pure dopo il 4 a 0 con la juve la squadra ha cercato comunque di reagire, con il Milan ho visto la totale impotenza. Il gioco che offrivano prima di questo periodaccio era sostenibile soltanto da uno stato forma perfetto. Pressing e ripartenze fulminee non le fai se non sei perfettamente preparato, e se per caso abbiamo fatto un richiamo della preparazione ci vorrà del tempo per rivedere la luce.
Queste sono per me le attenuanti, anche se immagino non siano sufficienti. Sarà compito di Maran trovare la giusta alternativa in attesa che la forma torni al top.
#27
si ma noi siamo imbarazzanti atleticamente dalla partita con la lazio! le palle non sono entrate in porta perchè eravamo sfiniti alla conclusione e la caduta di farago in area solo davanti il portiere è l'emblema dello stato di forma... ma io dico perchè l'atalanta va sempre a mille? per non parlare delle squadre di vertice... solo noi siamo incapaci di mantenere uno stato atletico accettabile per tutto il campionato?
Corti, Lamagni, Longobucco, Casagrande, Ciampoli, Brugnera, Quagliozzi, Bellini, Piras, Marchetti, Selvaggi
#28
(13-01-2020, 11:39)poetto Ha scritto: si ma noi siamo imbarazzanti atleticamente dalla partita con la lazio! le palle non sono entrate in porta perchè eravamo sfiniti alla conclusione e la caduta di farago in area solo davanti il portiere è l'emblema dello stato di forma... ma io dico perchè l'atalanta va sempre a mille? per non parlare delle squadre di vertice... solo noi siamo incapaci di mantenere uno stato atletico accettabile per tutto il campionato?

Diglielo a Maran che è così contento quando fa notare che siamo la squadra che fa più chilometri in campionato...  Angel

Comunque in quell'occasione Farago era entrato da qualche minuto, non è possibile fosse stanco... Semplicemente è proprio brocco... Big Grin
Forza Cagliari Sempre e Comunque - Si Riparte con CRB!!!  www.giginieddu.it - www.mystescrew.it
#29
Si era entrato a partita iniziata... gia spuligato pero... è questa la cosa grave
Corti, Lamagni, Longobucco, Casagrande, Ciampoli, Brugnera, Quagliozzi, Bellini, Piras, Marchetti, Selvaggi
#30
meno cholometri e più cervello.
  


[-]
Tags
attesa l cagliari il milan e match




Utenti che stanno guardando questa discussione:
1 Ospite(i)

CAGLIARI - MILAN: L'ATTESA E IL MATCH00